Il ruolo del Podologo nelle Onicomicosi
31 Gennaio 2016
Quando rivolgersi al Podologo.
5 Settembre 2016

Le Ortesi su misura in silicone

L’ Ortesiologia è quella branca della podologia che studia le problematiche morfo-strutturali e biomeccaniche dell’avampiede e ricerca soluzioni protesiche alternative e/o di supporto alle comuni ortesi plantari o alle tecniche chirurgiche.

Le ortesi sono dispositivi medici su misura creati artigianalmente dal podologo per il paziente, all’interno di un progetto terapeutico volto alla prevenzione e riabilitazione.

Prima di procedere alla realizzazione di un ortesi digitale su misura in silicone il podologo effettua sempre l’esame obiettivo, valutando quindi:

  • Le caratteristiche fisiche del paziente (peso, statura, attività fisica, eventuali disabilità…)
  • L’aspetto e le condizioni cutanee (micosi, macerazione, flogosi, infezione, allergie..)
  • Morfologia e inquadramento delle deformità (strutturate o riducibili)
  • Presenza dei polsi arteriosi ( ABPI > 0,9)

Le ortesi possono essere eseguite utilizzando siliconi di condensazione catalizzanti a stagno (monocomponenti) oppure siliconi di poliaddizione catalizzanti a platino (bicomponenti).
La scelta del materiale e della quantità da utilizzare deve essere accuratamente studiata dal podologo nella fase di preconfezionamento, affinché l’ortesi non risulti ingombrante per il paziente.

E’ importante informare ed educare il paziente su fondamentali regole da rispettare per far sì che il silicone possa dare il massimo beneficio:

  • Usare calzature idonee,
  • Avere la costanza richiesta nell’utilizzo e nella manutenzione dell’ortesi,
  • Comunicare tempestivamente al podologo eventuali problemi sull’ortesi o sul piede dovuti all’utilizzo del dispositivo medico in questione.

L’Ortoplastia, in base all’area di applicazione, si distingue in:

  • Ortoplastia Digitale, che interessa esclusivamente le  dita del piede  e propone soluzioni per le diverse patologie o affezioni digito-metatarsali con funzione protettiva, accomodativa,correttiva o sostitutiva.
  • Ortoplastia Plantare, che agiscesul triangolo anteriore di appoggio influenzando l’insieme delle interazioni fra le dita ed il resto dell’avampiede.

In relazione invece alla funzione ed all’ applicazione terapeutica possiamo distinguere le ortoplastie in tre tipi di ortesi digitali:

  • Ortoplastia Protettiva:

Esplica la funzione di protezione e/o scarico delle aree di iperpressione o di ipercarico, ridistribuendo i carichi su una superficie più ampia, contribuendo così ad alleviare la sintomatologia algica.

Viene eseguita utilizzando silicone in pasta morbido o liquido.

E’ indicata nelle lesioni ed ipercheratosi falangee, dorsali, apicali ed interdigitali e nei fenomeni infiammatori e algogeni da frizione

  • Ortoplastia Sostitutiva: Ha la funzione di  compensare l’assenza di un segmento osseo o parte di esso al fine di ristabilire l’equilibrio biomeccanico del piede.

Viene eseguita utilizzando silicone in pasta duro.

E’ indicata nel caso di amputazioni parziali o totali delle dita o di malformazioni congenite a carico dell’avampiede.

  • Ortoplastia Correttiva o di riallineamento:

Ha la funzione di correggere deformità riducibili del piede modificando l’allineamento delle dita (ipercheratosi dorsali ed apicali delle dita in griffe, a martello e nell’alluce valgo).

Viene eseguita utilizzando silicone in pasta duro.

E’ indicata in caso in cui ci si trovi di fronte a deformità assiali non strutturate oppure come ausilio nel post- operatorio.

Prenota una visita